Trattamento del Gummy Smile in caso di eruzione passiva alterata

549
Trattamento del Gummy Smile

Viene presentato un caso di sorriso gengivale di una giovane ragazza, presentatasi alla nostra osservazione con la richiesta di migliorare esteticamente il proprio sorriso. La paziente, dopo diagnosi clinica di eruzione passiva alterata, è stata trattata con un intervento di allungamento di corona clinica, che ha previsto una chirurgia osteoresettiva (con ostectomia, per allontanare la cresta ossea dalla giunzione amelo-cementizia) e posizionamento dei lembi al livello della linea amelo-cementizia. Questo intervento, seguito nel corso dei mesi nella guarigione dei tessuti, ha dato fin da subito alla paziente il risultato estetico desiderato.

legenda
legenda

 

Fig. 1 Sorriso della paziente al baseline. Si nota una marcata esposizione di tessuto gengivale, dovuta ad eruzione passiva alterata.
Fig. 1
Sorriso della paziente al baseline. Si nota una marcata esposizione di tessuto gengivale, dovuta ad eruzione passiva alterata.
Fig. 2 Particolare del settore frontale superiore. Si può notare la forma quasi quadrata degli elementi dentari
Fig. 2
Particolare del settore frontale superiore. Si può notare la forma quasi quadrata
degli elementi dentari .
Elevazione a spessore totale del lembo primario, con mantenimento in situ del lembo secondario. Si nota il marcato spessore della cresta ossea e la sua vicinanza alla linea amelo-cementizia degli elementi dentari di destra.
Elevazione a spessore totale del lembo primario, con mantenimento in situ del lembo secondario. Si nota il marcato spessore della cresta ossea e la sua vicinanza alla linea amelo-cementizia degli elementi dentari di destra.
Fig. 4 Elevazione a spessore totale del lembo primario, con mantenimento in situ del lembo secondario. Si nota il marcato spessore della cresta ossea e la sua vicinanza alla linea amelo-cementizia degli elementi dentari di sinistra.
Fig. 4
Elevazione a spessore totale del lembo primario, con mantenimento in situ del lembo secondario. Si nota il marcato spessore della cresta ossea e la sua vicinanza alla linea amelo-cementizia degli elementi dentari di sinistra.
Fig. 5 Eliminazione del lembo secondario, che mostra la reale lunghezza della corona clinica. Le papille sono elevate a spessore parziale, ed è stata eseguita contestualmente anche una frenulotomia.
Fig. 5
Eliminazione del lembo secondario, che mostra la reale lunghezza della corona clinica. Le papille sono elevate a spessore parziale, ed è stata eseguita contestualmente anche una frenulotomia.
Fig. 6 Osteoplastica e ostectomia, per ricreare una giusta distanza della cresta ossea dalla linea amelo-cementizia delle corone dentarie di destra.
Fig. 6
Osteoplastica e ostectomia, per ricreare una giusta distanza della cresta ossea dalla linea amelo-cementizia delle corone dentarie di destra.
07
Fig. 7 Osteoplastica e ostectomia, per ricreare una giusta distanza della cresta ossea dalla linea amelo-cementizia delle corone dentarie di sinistra.
Fig. 8 Suture a materassaio verticale esterno e suture semplici per stabilizzare il lembo all’altezza della linea amelo-cementizia degli elementi dentari.
Fig. 8
Suture a materassaio verticale esterno e suture semplici per stabilizzare il lembo all’altezza della linea amelo-cementizia degli elementi dentari.
Fig. 9 Sorriso della paziente alla fine della chirurgia di allungamento di corona clinica.
Fig. 9
Sorriso della paziente alla fine della chirurgia di allungamento di corona clinica.
Fig. 10 Situazione clinica a quattro settimane dalla chirurgia.
Fig. 10
Situazione clinica a quattro settimane dalla chirurgia.
Fig. 11 Situazione clinica a due mesi dalla chirurgia.
Fig. 11
Situazione clinica a due mesi dalla chirurgia.
Fig. 12 Situazione clinica a tre mesi dalla chirurgia.
Fig. 12
Situazione clinica a tre mesi dalla chirurgia.
13
Fig. 13 Sorriso della paziente a tre mesi dalla chirurgia (visione laterale).
14
Fig. 14 Sorriso della paziente a tre mesi dalla chirurgia (visione frontale).

 

 

 

 

 

 

To cite: Doctor Os • maggio 2016 • XXVII 05
Autore: Marco Clementini
Istituzione: Università Vita-Salute San Raffaele, Milano; Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria Presidente: Prof. E.F. Gherlone; Cattedra di Parodontologia Titolare: Prof. M. de Sanctis. IRCCS Ospedale San Raffaele, Milano Dipartimento di Odontoiatria Direttore: Prof. E.F. Gherlone Reparto di Parodontologia, Igiene Orale e Prevenzione Direttore: Prof. M. de Sanctis