DWS conquista il Red Dot Award con la sua stampante 3D

44
Red Dot Award

Istituito nel 1955, il Red Dot Award decreta ogni anno i migliori prodotti assegnando a designers e aziende il prestigioso riconoscimento.

Per l’edizione 2018, sono state registrate 6300 candidature provenienti da 59 paesi valutate da una giuria internazionale composta da 40 membri.

DWS ha annunciato ufficialmente che DFAB è stata insignita del prestigioso Red Dot Award per il Product Design 2018 nella categoria “Best of the Best”.

Sviluppata appositamente per la produzione di restauri dentali dall’aspetto naturale e dello stesso colore gradiente della dentatura del paziente, DFAB è la prima stampante 3D ad alta precisione destinata al dentista e all’odontoiatra che ottimizza e velocizza il workflow.

“Siamo orgogliosi di ricevere questo riconoscimento” ha dichiarato il CTO Maurizio Costabeber, che ha proseguito: “Il design minimal e lineare di DFAB assieme alla facilità di utilizzo garantita dalla stampante è ciò che ci ha permesso di distinguerci. Il nostro obiettivo è quello di supportare il lavoro del dentista fornendogli uno strumento affidabile per la realizzazione di protesi dal perfetto fit e dall’aspetto naturale”

Red Dot Award e velocità di stampa

Grazie alla sua velocità di stampa, DFAB produce restauri in Classe IIa in una sola visita senza dover usufruire dei servizi di un laboratorio esterno e garantisce la costruzione di una protesi da 5 elementi in 20 minuti.

La tecnologia Photoshade di DFAB con l’utilizzo di Temporis* Photoshade, il materiale biocompatibile per restauri a lungo termine, è in grado di riprodurre la gradazione di colore dei denti del paziente.

L’interfaccia utente è intuitiva e le cartucce pronte all’uso evitano il rischio di versamenti accidentali.

DFAB non produce polveri, è silenziosa e produce intarsi dentali e protesi pronte l’inserimento dopo un veloce processo di post produzione.

 

 

 

 

 

 

 

 

*Il polimero deve essere considerato come un dispositivo medico invasivo a lungo termine di classe IIa come previsto dalla Regola 5, Allegato IX, Dir. 93/42/CEE