Eklund Foundation premia la ricerca italiana

25
Eklund Foundation

Nel 2015, in concomitanza del 50° anniversario di TePe, la famiglia Eklund ha donato 5,4 milioni di Euro alla nuova fondazione Eklund Foundation, istituita per supportare la ricerca e l’educazione in campo odontoiatrico.

L’idea di riconoscere e stimolare la ricerca odontoiatrica è stata per lungo tempo interesse della famiglia Eklund e nel 2015 questo interesse ha preso forma. La Eklund Foundation in primis ha distribuito e distribuirà i fondi per la ricerca e l’educazione che incoraggiano lo sviluppo della conoscenza in ambito orale.

“La fondazione è un modo per dimostrare il nostro apprezzamento e creare qualcosa che contribuirà alla conoscenza e allo sviluppo in campo odontoiatrico per molti anni a venire. Siamo felici di poter contribuire oggi ad importanti ricerche odontoiatriche”, commenta Joel Eklund, Presidente della Eklund Foundation e CEO TePe Munhygienprodukter AB.

Tra i numerosi e meritevoli progetti provenienti da tutto il mondo, ben due di quelli premiati nel 2016 erano di ricercatori italiani e tra i progetti premiati nel 2017 troviamo nuovamente un progetto di ricerca italiano dal titolo “Peri-implant disease in elderly population: epidemiology and treatment strategy of an emerging problem”.

Si afferma ancora una volta una proficua collaborazione tra Italia e Svezia dove viene dato valore all’odontoiatria italiana su scenario internazionale.

Il gruppo di ricerca premiato proviene dall’Università di Padova ed è rappresentato da Riccardo Guazzo, Luca Sbricoli, Michele Stocchero ed Eriberto Bressan.

“La scelta di approfondire il tema del mantenimento implantare – afferma il gruppo di ricerca – è iniziata qualche anno fa ed è originata da una serie di constatazioni cliniche. Viviamo un’epoca in cui la terapia implantare è ampiamente utilizzata e ci stiamo rendendo conto di come il mantenimento e la prevenzione delle complicanze siano la chiave per il successo a lungo termine. Alcune circostanze possono rendere complicato il mantenimento di una adeguata igiene orale ed è per questo che siamo interessati ad approfondire la realtà di questi pazienti che da anni utilizzano una riabilitazione supportata da impianti”.

Eklund Foundation – concludono i ricercatori italiani – è per noi sinonimo di una realtà che crede nella ricerca scientifica volta al miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Il riconoscimento ricevuto ha un duplice significato: prima di tutto è la conferma che la strada che stiamo percorrendo è condivisa a livello internazionale e che c’è reale interesse nel migliorare costantemente la salute orale dei pazienti.

In secondo luogo, questo riconoscimento rappresenta “l’innesco” per dare inizio alla realizzazione concreta dello studio. Grazie al sostegno della Fondazione siamo in grado di dare seguito a questo progetto con l’obiettivo di raccogliere delle conoscenze che possano poi essere condivise dal mondo scientifico.” ●