Il ministero della Salute ha emanato le linee guida nazionali per la diagnostica radiologica odontoiatrica in età evolutiva

107
linee guida nazionali per la diagnostica radiologica odontoiatrica

Nell’ambito delle iniziative promosse a tutela della salute orale, il ministero della Salute, nel 2016, ha deciso di redigere un documento di linee guida con l’intento di fornire indicazioni chiare ed univoche sui percorsi diagnostici radiologici per la presa in carico di problematiche odontoiatriche negli individui in età evolutiva.

A tal fine è stato appositamente costituito un gruppo di lavoro coordinato dalla prof.ssa Laura Strohmenger del Centro di collaborazione per l’Epidemiologia e la Prevenzione Orale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Il documento in questione contiene indicazioni per radiologi, fisici medici, pediatri, odontoiatri, maxillo-facciali, ognuno per le proprie specifiche competenze. Le apparecchiature radiologiche prese in considerazione sono i radiografici per endorali, gli ortopantomografi, i cefalometri e le Cone Beam Computed Tomography (CBCT).
In particolare, il documento ha lo scopo di aiutare il sanitario nella scelta delle metodiche diagnostiche disponibili, garantendo altresì il minimo rischio di esposizione a radiazioni ionizzanti. Il costo biologico, è utile ribadirlo, è giustificato solo quando il beneficio che si ottiene, ovvero la diagnosi, è superiore.

  • Laura STROHMENGER (Centro di Collaborazione OMS per l’Epidemiologia e l’Odontoiatria di Comunità, Milano) – coordinatrice –
  • Antonella ABBINANTE (Associazione Italiana Igienisti Dentali – AIDI)
  • Ersilia BARBATO (Università degli Studi “Sapienza”, Roma)
  • Massimo BELLOMI (Istituto Europeo di Oncologia, Milano)
  • Pietro BIONDETTI (Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico, Milano)
  • Andrea BORGHESI (Università degli Studi di Brescia)
  • Maurizio BOSSU’ (Università degli Studi “Sapienza”, Roma)
  • Piero CASCONE (Università degli Studi “Sapienza”, Roma)
  • Daniela CORBELLA (ASL Milano 2, Melegnano)
  • Vincenzo Di CANDIDO (Società Italiana di Radiologia Medica)
  • Paolo DIOTALLEVI (Associazione per la Ricerca e le Attività Sociali in Stomatologia -ARASS, Roma)
  • Giampiero FARRONATO (Università degli Studi di Milano)
  • Antonio FEDERICI (Ministero della salute)
  • Maria Cristina FIRETTO (Fondazione IRCCS “Cà Granda”- Ospedale Maggiore Policlinico, Milano)
  • Massimo GAGLIANI (Università degli Studi di Milano)
  • Claudio GRANATA (Istituto “Giannina Gaslini”, Genova)
  • Mario GUERRA (Unità Sanitaria Locale Umbria 1, Perugia)
  • Antonio MAGI (Sindacato Unico Medicina Ambulatoriale Italiana e Professionalità dell’Area Sanitaria – SUMAI)
  • Maria Cristina MAGGIO (Università degli Studi di Palermo)
  • Stefano MIRENGHI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani – ANDI)
  • Michele NARDONE (Ministero della salute)
  • Daniela ORIGGI (Istituto Europeo di Oncologia, Milano)
  • Luigi PAGLIA (Società Italiana di Odontoiatria Infantile – SIOI)
  • Lorenzo PREDA (Istituto Europeo di Oncologia, Milano)
  • Osvaldo RAMPADO (AOU “Città della Salute e della Scienza” di Torino)
  • Luigi RUBINO (Università degli Studi di Genova)
  • Sergio SALERNO (Università degli Studi di Palermo)
  • Angelo SODANO (Associazione Italiana Odontoiatri- AIO)
  • Alberto TORRESIN (Università degli Studi di Milano)