AIO scrive all’ambasciatore ucraino in Italia: pronti a dare ospitalità ai rifugiati e ad aiutare i colleghi in attività

120
AIO

Il Council of European Dentists, massimo organo consultivo della professione nell’Unione Europea, e la European Regional Organization della World Dental Federation (ERO) hanno chiamato all’appello le associazioni aderenti per fornire sostegno alla popolazione ucraina, la cui tragica situazione non lascia indifferente l’odontoiatria nel mondo.

Associazione Italiana Odontoiatri risponde presente e scrive all’ambasciatore ucraina in Italia avanzando due proposte concrete di aiuto: ospitare i rifugiati, che come previsto dalla Commissione di Bruxelles potranno restare minimo per un anno nei paesi dell’Unione Europea, e organizzare spedizioni di beni e strumenti di lavoro per i colleghi oltre confine così da mantenere l’attività di base, dove e per quanto possibile.

«AIO ha fatto suo lo statement del presidente CED dott. Freddie Sloth-Lisbjerg e del suo omologo ERO dott. Michael Frank e chiama a raccolta i soci che stanno manifestando le prime disponibilità, affinché ulteriori eventuali richieste dell’ambasciata di Ucraina siano soddisfatte per quanto nelle nostre possibilità», dice il presidente AIO Fausto Fiorile, firmatario della lettera all’ambasciatore.

«Il nostro obiettivo è creare un canale per concretizzare nel modo più rapido le nostre azioni e donare materiale utile per i colleghi e i loro team».

Fonte AIO