Spazzolino Doop: riciclabile e sostenibile

53

L’azienda Doop ha lanciato un nuovo spazzolino riciclabile e sostenibile, fatto di plastica riciclata (polipropilene) e caratterizzato da una speciale impugnatura per l’utilizzo di testine rimovibili, al fine di ridurre l’utilizzo della plastica.

Infatti, lo spazzolino Doop può essere “rinnovato” ogni 3 mesi sostituendo la sola testina: in tal modo, in un periodo di cinque anni, invece di 20 spazzolini saranno acquistate solo una impugnatura e 20 testine, diminuendo così gli sprechi.

Bernardo Lourenço, Amministratore Delegato di Doop, ha spiegato l’idea che sottende il prodotto: «Siamo soddisfatti di poter lanciare in tutta Europa uno spazzolino da denti in conformità con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite dell’Agenda 2030, in particolare l’obiettivo 12 relativo al consumo e produzione responsabile. Inoltre, siamo lieti di presentare un prodotto attraente per consumatori che sanno che si può essere ecologici ed eleganti allo stesso tempo».

L’azienda segnala che l’impatto medio ambientale risulta inferiore (-63%) a quello degli
spazzolini tradizionali: Doop consuma un 45% meno di acqua, un 39% meno di energia e
risparmia il 60% dei rifiuti tossici che si producono nella confezione degli spazzolini di plastica tradizionale.

Lo spazzolino Doop è realizzato con materiali non porosi e setole DuPont Tynex, in nylon, per evitare la crescita di muffe o batteri e permettere una pulizia profonda delle superfici dentali.

Per evitare contaminazioni esterne, lo spazzolino viene fornito con una confezione antibatterica riutilizzabile con chiusura a zip, che si può usare come astuccio protettivo.

Informazioni
www.dooptoothbrush.com