Inhibitory effect of saliva on osteoclastogenesis in vitro requires toll-like receptor 4 signaling

1298

Müller HD, Caballé-Serrano J, Lussi A, Gruber R

Clin Oral Investig. 2017

La saliva potrebbe sopprimere l’osteoclastogenesi, ma il meccanismo alla base non è stato ancora completamente chiarito. Considerando che le endotossine sopprimono l’osteoclastogenesi nelle culture di midollo osseo e che la saliva contiene endotossine, sarebbe ragionevole ipotizzare un impatto della saliva sulla osteoclastogenesi che tuttavia richiede l’attivazione del recettore toll-like 4. Per verificare questa ipotesi, in presenza di saliva abbiamo bloccato la segnalazione del recettore toll-like 4 con TAK-242 nelle colture di midollo osseodi topi. L’osteoclastogenesi è stata valutata sulla base dell’analisi di espressione genica e della colorazione istochimica attraversola fosfatasi acida tartrato-resistente. La valutazione del riassorbimento è stato eseguita sul tessuto dentinale. Inoltre si segnala che il TAK-242 inverte l’effetto inibitorio della saliva fresca sterile sulla formazione di cellule multinucleate colorate positivamente attraverso la fosfatasi acida tartrato-resistente. In linea con questo dato, è stato osservato che il TAK-242 ha aumentato l’espressione dei geni funzionali catepsina K, del recettore calcitonina, e della fosfatasi acida tartrato-resistente degli osteoclasti in presenza di saliva. Il TAK-242 ha inoltre sostenuto l’espressione del NFATc1, il principale regolatore della osteoclastogenesi, così come il DC-STAMP e l’ Atp6v0d2, entrambi geni di fusione cellulare. A sostegno dell’ipotesi dello studio, l’esaurimento delle endotossine della saliva ha parzialmente invertito l’effetto inibitorio sulla osteoclastogenesi. Inoltre, mentre la pellicola salivare sui supporti di plastica e titanio utilizzati sembrerebbe non influenzare l’osteoclastogenesi. L’inibizione della segnalazione del recettore toll-like 4 ha rivelato che la saliva potrebbe contribuire all’attivazione immunitaria cellulare impedendo ai progenitori emopoietici di diventare osteoclasti. La saliva quindi potrebbe attivare la segnalazione del recettore per il riconoscimento del pattern attraverso cui le endotossine e altri fattori di stress, segnalano la richiesta di macrofagi piuttosto che di osteoclasti nell’area di pertinenza influenzando notevolmente la risposta immunitaria dell’organismo. ●