Mini-invasività e flusso digitale gli argomenti chiave del Congresso AIO di Riva del Garda

66

Minor impegno biologico e massima precisione della lavorazione: è l’obiettivo comune di tutte le discipline odontoiatriche. Se ne parla al XXVIII Congresso Nazionale AIO a Riva del Garda, dal 26 al 28 settembre prossimi, con relatori top tra cui Enrico F. Gherlone e Roberto Di Lenarda, rispettivamente past president e presidente del Collegio dei Docenti Universitari di Discipline Odontostomatologiche, e rettori, il primo, dell’Università Vita Salute San Raffaele a Milano e l’altro dell’Università di Trieste, che giovedì 26 cureranno rispettivamente le sessioni di protesica e di odontoiatria pediatrica.

«Con l’aumento dell’attesa di vita – spiega Gherlone – si è accresciuta la richiesta per un ripristino funzionale ed estetico ottimale nel rispetto della maggior predicibilità e della minore morbilità possibili.

Le nuove tecnologie per acquisire dati radiografici consentono di ottimizzare tecniche implantari e riabilitative; la rielaborazione virtuale consente di pre-visualizzare i risultati; l’integrazione dei dati ottenuti con tomografia computerizzata – magari associata a scanner – permette di progettare con assoluta precisione l’intervento riabilitativo».

La sessione a cura di Gherlone chiude un ciclo aperto al mattino da una carrellata sugli interventi mini-invasivi in chirurgia orale, con Ugo Consolo, Università di Modena e Reggio Emilia, che tratterà degli approcci chirurgici a grandi cisti mascellari; Pierfrancesco Nocini (Rettore dell’Università di Verona) che si soffermerà su tecniche per evitare interventi demolitivi in caso di difetti ossei da trattamenti oncologici ed atrofie del mascellare superiore; Gregorio Laino (Università della Campania) che tratterà di “marsupializzazione”. Maurizio Bossù e Roberto Di Giorgio (Università La Sapienza) parleranno infine di trattamento conservativo dei denti “da latte”.

«Trattare un dente deciduo – osserva Di Lenarda – significa evitare al bambino dolore, infezioni ricorrenti e perdite di spazio in arcata recuperabili solo con il trattamento ortodontico». Gratuito il Congresso per i soci iscritti AIO in modalità Sepa Rid e per chi aderirà a questo pagamento nel 2020.