Più veloce o più sicuro, oppure entrambi: lo studio digitale a IDS 2019

48
IDS 2019
Eingang Süd

Le opportunità offerte agli studi dentistici dal mondo del digitale sono semplicemente tante o addirittura infinite? In effetti in questo settore non è sempre semplice mantenere una visione d’insieme.

Il Salone internazionale dell’odontoiatria e dell’odontotecnica (IDS 2019) che si terrà a Colonia dal 12 al 16 marzo 2019 presenterà le ultime novità tecniche e aiuterà a individuare le tematiche fondamentali per la propria attività, sempre fedeli al motto: “Quali innovazioni rilanciano me e il mio studio qui e ora?”

IDS 2019

Al giorno d’oggi la propensione verso i metodi digitali parte spesso dal paziente.

Un caso tipico: il paziente deve sostituire una corona, ma non ha molto tempo e quindi vuole assolutamente finire il lavoro in un giorno solo.

I sistemi chairside possono rivelarsi la soluzione corretta insieme a un workflow digitale particolarmente snello che inglobi studio e laboratorio.

Chiaramente non si devono tralasciare le considerazioni sul materiale restaurativo ottimale. IDS sottopone al visitatore l’intera gamma di possibilità, ponendo le basi per decisioni ponderate in materia di investimenti.

Se nel caso sopraccitato l’elemento fondamentale è la velocità, le tecnologie digitali si rivelano un ausilio prezioso anche per trattamenti di implantologia complessi e difficili, per esempio per un paziente che desidera una soluzione fissa per la propria mandibola edentula.

Il team di odontotecnici e odontoiatri procede alla progettazione in base alle immagini radiografiche e ai dati di scansione, seguendo lo schema di un backward planning che parte dalla protesi definitiva per risalire alle posizioni dei singoli impianti.

La disponibilità digitale dei dati agevola questo processo e in caso di necessità consente anche di coinvolgere rapidamente un altro collega.

Per realizzare nella pratica il lavoro progettato si presentano varie possibilità, molte delle quali sfruttano un supporto digitale. Per esempio per un intervento chirurgico in assoluta sicurezza è possibile ordinare delle dime chirurgiche a un laboratorio odontotecnico o anche a un partner industriale di servizi.

Anche per il design virtuale e la produzione è ormai disponibile un supporto esterno per distribuire fra i vari attori (chirurgo, protesista, odontotecnico) le singole fasi di lavoro con la massima flessibilità. In questo modo lo studio riesce a garantire e migliorare la qualità, al contempo risparmiando tempo e riducendo i costi.

Gli esperti stimano che per IDS 2019, o al massimo IDS 2021, sarà giunto il tempo in cui il numero degli impianti digitali avrà superato quello dei trattamenti analoghi con utilizzo di prodotti standard.

Si registrano progressi anche in ambito ortodontico: con i modelli virtuali si possono oggi approntare anche setup virtuali indipendentemente dal quesito diagnostico e addirittura progettare apparecchi ortodontici (per esempio apparecchi fissi).

Cresce la curiosità per le risposte che IDS 2019 fornirà per realizzare e approntare dispositivi mobili (per esempio placche di espansione e attivatori).

Anche in endodonzia, una disciplina specifica strettamente connessa, è possibile oggi comandare i motori direttamente da tablet, registrare la coppia lungo l’intero trattamento del canale radicolare o simulare in via preliminare l’intera procedura, affinando così la previsione del risultato terapeutico e quindi la percentuale di successo.

“Gli ultimi trend delle tecnologie digitali da studio e gli workflow completi per chirurghi, protesisti e odontotecnici saranno presentati in modo veramente unico al Salone internazionale dell’odontoiatria e dell’odontotecnica (IDS) di Colonia dal 12 al 16 marzo 2019”,afferma Mark Stephen Pace, presidente della VDDI (l’Associazione dell’industria dentale tedesca). “Le opportunità offerte dall’odontoiatria digitale sono ormai accessibili a tutte le discipline, da implantologia e protesistica, a endodonzia e ortodonzia. A IDS gli operatori di qualsiasi specializzazione potranno ammirare le ultime innovazioni in una varietà senza eguali.”

IDS si tiene ogni due anni a Colonia ed è organizzata dalla GFDI, la società commerciale dell’Associazione dell’industria dentale tedesca (VDDI).

La realizzazione pratica è affidata a Koelnmesse GmbH di Colonia.