Fondazione ISI per Cuamm a sostegno dell’Ucraina

183

Come ormai noto, con l’inizio delle operazioni belliche russe nel 24 febbraio 2022 si è aggravata la fragilità economica e sociale della popolazione ucraina. Nonostante quanto previsto dalle norme internazionali rispetto alle norme e violazioni belliche, moltissime sono le vittime civili, per mano militare, registrate all’interno dell’Ucraina. Di fronte a questo scenario, chi può, fugge.

Di fatto, si parla di esodo ucraino verso i confini limitrofi che, a sua volta, genera e richiede bisogni e interventi umanitari. Trattasi di beni di prima necessità, creazione di corridoi umanitari e di strutturazione per i paesi adiacenti (Moldavia, Romania, Polonia, Slovacchia), in maniera che questi possano adeguatamente fronteggiare l’esodo.

La risposta di Medici con l’Africa Cuamm

In un’emergenza così complessa, Medici con l’Africa Cuamm ha condotto una rapida valutazione dei bisogni ed ha realizzato una prima risposta sanitaria d’emergenza in Moldavia. Di fatto, è il Paese più povero d’Europa secondo i ranking OIM e ponte per il Vecchio Continente. L’attività di Cuamm corrobora la risposta umanitaria  attivata in Ucraina, Moldavia, Romania, Slovacchia e Polonia dove. Qui gli attori umanitari, le autorità ministeriali locali, la chiesa cattolica e le organizzazioni della società civile stanno istituendo iniziative volte a rispondere tempestivamente ai bisogni dei rifugiati.

L’impegno di F-ISI

La Fondazione Istituto Stomatologico Italiano di Milano non può esimersi dall’entrare in campo e portare il proprio supporto a queste popolazioni. Lo testimoniano le parole del Presidente in carica, Luigi Paglia:

“Cari Soci di F-ISI nel corso del Trofeo di Primavera 2022 abbiamo raccolto 1000 euro per sostenere iniziative a favore della popolazione Ucraina.

Il Consiglio ha deciso di donarli all’ONG Cuamm che in questo momento, in relazione alla crisi Ucraina, sta sostenendo, sia con forniture di farmaci, materiali di consumo e cibo, che attraverso l’invio di uno staff sanitario, un ambulatorio medico a Chişinău, la capitale della Moldavia a circa 100 km dall’Ucraina.

Il servizio sanitario fornito è rivolto ai profughi ucraini con una particolare attenzione a mamme e bambini, e si tratta di uno screening generale e di emergenza, riferendo poi a strutture più specialistiche del sistema sanitario nazionale i singoli casi laddove siano particolarmente complessi (anche quelli odontoiatrici).
Ci auguriamo che anche Isi possa partecipare fattivamente e stiamo lavorando in questo senso. ”

F-ISI si affiancherà alla strategia di Cuamm, che prevede: istituzione dell’ambulatorio medico (rotazione costante e garanzia della presenza di 1 medico e
di 1 infermiere), la fornitura di attrezzature e farmaci, la presenza di un team sanitario mobile.

Clicca il link per approfondire l’impegno e la strategia dei Medici in Africa Cuamm