Afta: il problema è già passato!

1742
buccagel

Bruciore pungente, fastidio e dolore intenso sono il denominatore comune per le persone che soffrono di stomatite aftosa.
L’Afta è la lesione più comune della mucosa orale e, ciclicamente, colpisce dal 5% al 66% della popolazione, con maggiore prevalenza nel sesso femminile.
Tale lesione mostra come sede prevalente la mucosa non cheratinizzata, in particolare: le pareti interne delle guance e delle labbra, il pavimento orale, il ventre e i margini della lingua e si presenta come un’ulcera tonda di colore bianco-giallastro (pseudo-membrana) ben delimitata da bordi eritematosi e rilevati.
Le Stomatiti Aftose vengono differenziate in tre tipologie in base a dimensione, entità, regione interessata e frequenza di comparsa: l’afta minore, la forma più comune e lieve, l’afta maggiore, più grave e caratterizzata da ulcere particolarmente estese e maggiormente dolorose, e l’afta Erpetiforme, più rara ma particolarmente fastidiosa a causa delle molteplici piccole ulcere ravvicinate che assomigliano appunto alle lesioni erpetiche.
Ad oggi l’eziologia della stomatite aftosa è ancora ignota, si conoscono tuttavia alcuni fattori di rischio che favoriscono la comparsa delle afte. Primo fra tutti la predisposizione genetica: è più facile esserne soggetti se vi sono casi precedenti in famiglia. In secondo luogo vi sono traumi ai tessuti orali come morsicature, spazzolamento troppo energico, esiti di interventi odontoiatrici, apparecchi o protesi incongrui.

buccagel_2
Altri fattori favorenti sembrano essere condizioni di stress o ansia, deficit di vitamine del gruppo B, dell’acido folico e ferro e la presenza di alcune patologie sistemiche tra cui l’agranulocitosi, la neutropenia ciclica, la malattia di Crohn, la colite ulcerosa e l’insufficienza renale. Visti i disagi conseguenti alla formazione delle lesione quali dolore, difficoltà ad alimentarsi, impedimento all’utilizzo di protesi e apparecchi mobili, è necessario agire con tempestività per contrastarli e risolverli. La strategia migliore è quella di utilizzare prodotti specifici dall’efficacia dimostrata, formulati sia per alleviare la sintomatologia sia per accelerare i tempi di guarigione.
Oltre a questo è essenziale che tali principi attivi abbiano un’azione protettiva di lungo raggio ma soprattutto un tempo d’azione molto rapido per alleviare da subito il dolore.
Per questo motivo Curaden Healthcare ha ampliato la linea Buccagel Afte, con una nuova referenza: Buccagel Afte Rapid.
Questa nuova formulazione in gel agisce rapidamente sul dolore formando una barriera protettiva sulle afte e sulle lesioni della mucosa orale e, grazie all’azione sinergica di Vitamina E, Acido Ialuronico ed Esetidina, protegge dal dolore acuto accelerando i tempi di guarigione.
Ciascuna delle componenti di Buccagel Afte Rapid offre notevoli benefici: l’Acido Ialuronico, da anni utilizzato in odontoiatria, viene impiegato con successo contro le infiammazioni e per promuovere i fenomeni riparativi, la Vitamina E o Tocoferolo, grazie alle sue proprietà antiossidanti, promuove la circolazione del sangue e rinforza le pareti dei capillari accelerando la rigenerazione cellulare, infine l’Esetidina svolge un’azione antinfiammatoria e antisettica ad ampio spettro, contrastando il rischio di sovrainfezione delle lesioni.
A fianco del Buccagel Afte Rapid si posizionano le formulazioni classiche della linea Buccagel Afte.
Il collutorio e lo spray, costituiti da un’esclusiva emulsione stabile brevettata contenente Esetidina e Clorobutanolo, un blando anestetico ideale per ridurre la sintomatologia algica e il gel, a base di TGO (Triesteri del Glicerolo Ossidati) composto di origine biotecnologica che con un’azione meccanica isola e protegge l’afta. A questi prodotti si aggiunge il il dentifricio trifasico in crema che agisce in sinergia con gli altri trattamenti della linea.
Tutti questi prodotti sono privi di alcol che potrebbe svolgere un’azione irritante locale sulle mucose già lese. Resta essenziale il consiglio dello specialista circa la miglior terapia da seguire e la corretta posologia cui attenersi.

 

 

Nome azienda: Curaden Healthcare S.p.A.
Indirizzo: Via Parini, 19 - Saronno (VA)
Sito Internet: http://www.curaden.it
Telefono: 02 9622799