Bone Density and Clinical Periodontal Attachment in Postmenopausal Women A Systematic Review and Meta-Analysis

1273

Journal of Dental Research - 2017
D.C. Penoni, T.K.S. Fidalgo, S.R. Torres, V.M. Varela, D. Masterson,
A.T.T. Leão, L.C. Maia

L’osteoporosi è una malattia scheletrica sistemica caratterizzata da una bassa densità minerale ossea (BMD) ed è stata considerata un fattore di rischio per la malattia parodontale. Lo scopo della revisione sistematica e della meta-analisi è stato quello di verificare le prove scientifiche relative all’associazione della perdita di attacco parodontale con una bassa densità minerale ossea nelle donne in post-menopausa. Una ricerca sistematica della letteratura è stata effettuata in banche dati fino ad agosto 2016, in conformità con le linee guida per la revisione sistematica e meta-analisi (PRISMA). I criteri di ammissibilità includono studi che hanno confrontato la perdita di attacco clinico (CAL) tra le donne in post-menopausa con bassa densità minerale ossea e normale. Gli studi che utilizzano una metodologia simile, con un rischio inferiore e superiore di pregiudizi, sono stati raggruppati in 3 diverse meta-analisi per confrontare CAL tra le donne con normale densità minerale ossea, con osteoporosi e osteopenia. Nella prima meta-analisi, la CAL è stata confrontata tra i diversi gruppi. Nelle altre 2 meta-analisi, le percentuali medie di siti con CAL ≥4 mm e ≥ 6 mm sono stati rispettivamente confrontati tra i gruppi. Da 792 citazioni, 26 articoli sono stati selezionati per una sintesi qualitativa. Undici di questi studi hanno mostrato basso rischio di influenza, ed è stata osservata l’associazione tra bassa densità minerale ossea e CAL in solo 10 di questi studi. Tredici ricerche scientifiche di altrettanti articoli sono stati inclusi nella meta-analisi per l’osteoporosi e 9 nell’analisi di osteopenia. Le donne con bassa densità minerale ossea hanno presentato una media di CAL maggiore rispetto a quelle con normale BMD (osteoporosi = 0,34 mm [95% intervallo di confidenza (IC), 0,20-0,49], p <0.001; osteopenia = 0,07 mm [95% CI, 0,01-0,13], P = 0.02). Solo studi con basso rischio di influenza erano presenti in letteratura per l’analisi della gravità della perdita di attacco (CAL). Le donne con bassa densità minerale ossea presentano una perdita di attacco maggiore, rappresentata in percentuale media da siti con CAL ≥4 mm (osteoporosi = 3.04 [95% CI, 1,23-4,85], p = 0,001; osteopenia = 1,74 [IC 95%, 0,36-3,12 ], P = 0.01) e CAL ≥6 mm (osteoporosi = 5,07 [IC 95%, 2,74-7,40], p <0.001). IN conclusione la revisione sistematica unitamente alla meta-analisi indicano che le donne in post-menopausa con osteoporosi o osteopenia possono presentare una maggiore CAL rispetto alle donne con normale densità minerale ossea. ●