Utilizzo di Aladent nella terapia fotodinamica in parodontologia

    457
    aladent

    La terapia fotodinamica è una pratica medica consolidata da tempo e utilizzata con successo nel trattamento di tumori, malattie infiammatorie e ulcere, in cui ha dimostrato un alto profilo di efficacia e sicurezza.

    In particolare l’azione antimicrobica è ampiamente dimostrata in letteratura e trova applicazione in varie situazioni cliniche, non ultima la parodontologia.

    La terapia fotodinamica non è quindi una novità nel settore dentale, dove viene utilizzata in abbinamento a sostanze fotosensibilizzanti che però in passato non si sono dimostrate sempre efficaci.

    Più recentemente è stato proposto sul mercato un nuovo prodotto, Aladent, a base di protoporfirina IX: un potente fotosensibilizzante endogeno che, a differenza di altre sostanze quali il blu di metilene e il blu di toluidina, si è dimostrato efficace anche nei confronti del biofilm orale.

    Il trattamento consiste nell’indurre un accumulo selettivo di protoporfirina IX all’interno delle cellule bersaglio: essa diventa fluorescente quando eccitata con una sorgente luminosa non coerente viola (405 nm), ed è quindi possibile raccogliere prove dell’accumulo selettivo.

    La protoporfirina IX accumulata reagisce alla radiazione luminosa visibile, sviluppando ossigeno singoletto e altri ROS.

    In tal modo le cellule bersaglio (batteri o cellule infiammate dell’ospite) subiscono uno stress ossidativo con conseguente apoptosi, o necrosi, ed espressione di mediatori

    chimici che provocano una intensa risposta immunitaria localizzata. I neutrofili occupano la zona oggetto della terapia fotodinamica, mentre i tessuti sani circostanti non sono coinvolti.

    L’applicazione di Aladent nella terapia fotodinamica è indicata principalmente in presenza di

    • ulcere orali;
    • gengiviti;
    • mucositi perimplantari;
    • parodontiti (tasche < 6 mm);
    • ascessi parodontali;
    • stomatiti;
    • difetti della parete ossea di livello 1 e 2;
    • forcazioni di I classe.

    Aladent è frutto della ventennale esperienza di Alfastrumenti in ambito dermo-oncologico e che nel 2017 ha registrato il brevetto del nuovo Aladent che si pone come un veicolo con migliorate caratteristiche di mucoadesività e velocità di penetrazione. Grazie a queste caratteristiche il trattamento con Aladent non è doloroso e pertanto non richiede quindi l’anestesia, favorendo così la compliance del paziente.

    Nella tabella sono riassunti i passaggi della procedura clinica.

    clinica

    Procedura clinica

    1. Diagnosi tramite rilevazione dell’indice di placca (IP) e sanguinamento al sondaggio (BOP) e radiografia endorale preoperatoria (RX)
    2. Diagnosi con sorgente di luce viola 405 nm
    3. Trattamento di scaling e root planing
    4. Applicazione di Aladent
    5. Attesa di 45-60 minuti
    6. Attivazione con sorgente di luce rossa 630 nm per 3-7 minuti
    7. Controllo postoperatorio dopo 2 settimane
    8. Controllo postoperatorio dopo 3 mesi con IP, BOP e RX
    9. Controllo postoperatorio dopo 6 mesi con IP, BOP e RX
    10. Controllo postoperatorio dopo 1 anno con RX

    Aladent è un dispositivo medico disponibile sotto forma di termogel in siringhe monouso.

    Per un contatto diretto scrivi a:
    info@alphabioregeneration.com