Endodonzia e innovazione all’11° Congresso AIO

167

Odontoiatria, endodonzia e nuovi orizzonti. Queste sono solo un esempio delle prospettive e delle sfide che verranno affrontate all’’11° Congresso Internazionale di Associazione Italiana Odontoiatri. L’evento, focalizzato sul gender shift nell’odontoiatria, si terrà da giovedì 09 a sabato 11 giugno a Chia in Sardegna. Per questa occasione, si potrà contare su un ventaglio di relatori internazionali, distribuiti in eguale rappresentanza dei generi.

Apre il congresso Kim Syngcuk, Professore alla School of Dental Medicine, University of Pennsylvania, con un programma di Endodonzia focalizzato sul classico dilemma clinico: salvare il dente o estrarlo e appliccare un impianto. Trattasi di un corso tenuto da uno dei più grandi maestri in chiave internazionale, noto per le sue ricerche sulla fisiologia della polpa dentale e sulla microcircolazione ed ideatore del Microscope Training Center, nonché autore di “Color Atlas of Microchirurgia in Endodonzia”.

A seguire, Elisabetta Cotti, specializzata e MS in Endodonzia presso l’Università di Loma Linda ,California, professore Ordinario di Odontoiatria Conservativa ed Endodonzia, Presidente del Dipartimento di Odontoiatria Conservativa ed Endodonzia presso la Scuola di Odontoiatria dell’Università di Cagliari. Direttrice del Corso di Laurea Magistrale in Endodonzia Clinica presso l’Università degli Studi di Cagliari, è anche  autrice di numerosi articoli e capitoli nel campo dell’Endodonzia,  con un interesse specifico per la parodontite apicale.

Alle ore 12, Jennifer Gibbs, Direttrice della Divisione Endodonzia alla Harvard University School of Dentistry, parlerà delle sfide derivanti dalla diagnosi e trattamento del dolore post-endodontico persistente, proponendo nuovi studi e scenari case based.

A concludere, Giovanni Olivi della Società Italiana di Endodonzia e della Società Italiana di Odontoiatria Pediatrica, coordinatore dei Master in ”Laser Dentistry” dell’Università Cattolica di Roma. Si parlerà di endodonzia innovativa tramite PIPS/SWEEPS, una tecnologia utilizzata per attivare gli irriganti di uso comune (NaOCl ed EDTA) sostenuta da protocolli validati da numerose ricerche e studi batteriologici pubblicati. Verranno quindi presentati i concetti scientifici alla base dell’applicazione clinica e una serie di casi.

E’ previsto anche il corso teorico pratico con un preambolo a cura dei relatori SIE, la tesoriera Irene Karin Pontoriero (Università di Genova) e il vice presidente Filippo Cardinali. In questa sessione verranno offerte basi e suggerimenti nei casi clinici in cui occorra sagomare ed otturare il canale radicolare. Lo scopo di questo corso è la condivisione delle best practices per le lavorazioni 3D.

Iscrizioni presso https://congressaio.it